Informativa Privacy IMU - TASI

Informativa ai sensi Regolamento UE 2016/679 (Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati)

 

La presente informativa è relativa al trattamento di dati effettuato per la gestione dell’ IMU/TASI, e precisamente per le seguenti attività:

  • Apertura, gestione e chiusura delle denunce IMU/TASI, tramite archivi cartacei e informatici;
  • Emissione informative e relativi modelli di pagamento F24;
  • Generazione, Postalizzazione e Gestione degli avvisi di accertamento.

I Titolari del trattamento dei dati sono i Comuni che hanno aderito al servizio di gestione IMU/TASI in contitolarità con la Comunità Montana Valle Sabbia, che si occupa del coordinamento del servizio. E’ possibile contattare la Comunità Montana Valle Sabbia ai seguenti riferimenti:

Telefono: 0365 8777201

Indirizzo: via Gen. Reverberi, 2 - 25078 Nozza di Vestone (BS)

Indirizzo PEC: protocollo@pec.cmvs.it

Il Responsabile del Trattamento dei Dati è la Società SECOVAL, che può essere contattata ai seguenti riferimenti:

Telefono: 0365 8777201

E-mail: info@secoval.it

Indirizzo PEC: protocollo@pec.secoval.it

E’ possibile altresì contattare il Responsabile della protezione dei dati del Titolare e del Responsabile al seguente indirizzo di posta elettronica: rpd@cmvs.it

Il trattamento dei dati personali è stato effettuato con finalità di gestione del servizio IMU/TASI degli enti aderenti, oltre che alle correlate attività di accertamento, che costituisce un obbligo di legge per i Comuni titolari e rientra nei compiti di interesse pubblico di cui sono investiti ai sensi dell’art. 6 par. 1 lett. c) ed e) del Regolamento UE 679/2016. Il principio di liceità alla base del servizio è la L. 147/2013 e s.m.i.

I dati trattati dal responsabile sono tutti i dati gestiti in natura informatica e cartacea di tipo anagrafico, patrimoniale e tributario dei soggetti; dati di carattere sanitario correlati alla gestione di rifiuti particolari (tessili sanitari).

Gli interessati a cui si riferiscono i dati oggetto dei trattamenti sono tutte le persone fisiche titolari di posizione IMU/TASI. All’interno di questa categoria sono presenti un insieme di soggetti che fruiscono del servizio di conferimento tessili sanitari.

I dati potranno essere trattati da soggetti privati per attività strumentali alle finalità indicate, di cui l’ente si avvarrà come responsabili del trattamento. Potranno essere inoltre comunicati a soggetti pubblici per l’osservanza di obblighi di legge, sempre nel rispetto della normativa vigente in tema di protezione dei dati personali.

Il conferimento dei dati per le finalità sopra descritte da parte dei soggetti interessati è obbligatorio per l’osservanza degli adempimenti di legge e qualora non verranno fornite tali informazioni le amministrazioni titolari del trattamento potranno operare nei modi meglio visti e ritenuti per il recupero del tributo e ad applicare le sanzioni previste dalla normativa vigente.

Non è previsto il trasferimento di dati in un paese terzo.

I dati saranno conservati per il tempo necessario a perseguire le finalità indicate e nel rispetto degli obblighi di legge correlati.

Gli interessati potranno far valere, in qualsiasi momento e ove possibile, i propri diritti, in particolare con riferimento al diritto di accesso ai dati personali, nonché al diritto di ottenerne la rettifica o la limitazione, l’aggiornamento e la cancellazione, nonché con riferimento al diritto di portabilità dei dati e al diritto di opposizione al trattamento, salvo vi sia un motivo legittimo del Titolare del trattamento che prevalga sugli interessi dell’interessato, ovvero per l’accertamento, l’esercizio o la difesa di un diritto in sede giudiziaria.

Potranno inoltre esercitare i propri diritti rivolgendosi al Titolare, al Responsabile del Trattamento o al Responsabile della protezione dei dati, reperibili ai contatti sopra indicati.

Gli interessati hanno diritto di proporre reclamo all’Autorità Garante per la protezione dei dati personali qualora ne ravvisino la necessità.

Per il trattamento sopra descritto non viene impiegato alcun processo decisionale automatizzato, compresa la profilazione, di cui all’articolo 22, paragrafi 1 e 4, del Regolamento UE n. 679/2016.