decreto fiscale collegato alla legge di Bilancio 2017

decreto fiscale collegato alla legge di Bilancio 2017

Il decreto fiscale collegato alla legge di Bilancio 2017 allinea le modalità di notifica degli avvisi di accertamento a quelle attualmente previste per le cartelle esattoriali. A partire dal 1° luglio 2017, infatti, le agenzie potranno utilizzare la posta elettronica certificata per accertamenti, atti catastali e atti relativi alle accise. Anche per le notifiche nei confronti di imprese e professionisti, tuttavia, tale modalità di notifica rappresenterà una mera possibilità per gli enti impositori e non un obbligo, come invece previsto per le cartelle esattoriali.

Con una modifica dell’art. 60, D.P.R. n. 600/1973, il decreto fiscale stabilisce che, in deroga all’art. 149-bis c.p.c., la notifica degli avvisi di accertamento e degli altri atti che, per legge devono essere notificati alle imprese individuali, alle società e ai professionisti, potrà essere effettuata direttamente dal competente ufficio a mezzo PEC, secondo le modalità previste dal D.P.R. n. 68/2005.  Tale sistema garantirebbe ai Comuni un duplice vantaggio sia  in termini di costi di spedizione, che si ridurrebbero drasticamente, sia nelle tempistiche di notifica.

Secoval, in attuazione di tale decreto, notificherà alle aziende gli avvisi di accertamento di carattere tributario.